previous arrow
next arrow
Pistoia 2017
Slider

Regolamento relativo all’uso della posta elettronica

Art. 1 – Oggetto e ambito di applicazione

Il presente regolamento disciplina le modalità di utilizzo del servizio di posta elettronica fornito dalla SISTUR.

Art. 2 – Principi generali

La SISTUR considera la posta elettronica uno strumento utile a perseguire le proprie finalità.

Il servizio viene fornito in funzione dello scopo sociale della SISTUR e di altre attività strumentali o correlate ai fini istituzionali e, pertanto cessa con il venir meno della qualità di associato.

Art. 3 – Utenti del servizio di posta elettronica, attivazione e cessazione utenza

L’account di posta elettronica (username, password ed indirizzo di posta) è fornito gratuitamente. Le procedure di richiesta account, variazione dei propri dati anagrafici e della propria password nonché di rinnovo dell’account sono tutte automatizzate.

L’account di posta elettronica viene fornito alle seguenti categorie di utenti:

1 – Associati Sistur

2 – Altre tipologie di utenti, nella qualità di collaboratori esterni e con risorse informatiche e diritti di accesso limitati, su responsabilità diretta di un referente strutturato e previo nulla osta del Consiglio di Presidenza.

Sono completamente automatizzate le procedure per il controllo della cessazione della qualifica di associato e contestuale disattivazione degli account di posta elettronica, previo avviso via e-mail con congruo anticipo.

Art. 4 – Obblighi della Sistur

La SISTUR s’impegna ad utilizzare i dati forniti dall’utente ai soli fini dell’erogazione e gestione del servizio e di attuare quanto è in suo potere per proteggere la privacy dell’utente medesimo.

La SISTUR si impegna a fornire il servizio in modo continuativo, fatte salve eventuali sospensioni dovute all’ordinaria o straordinaria manutenzione, a malfunzionamenti e ad altre eventualità.

La SISTUR si impegna altresì ad effettuare regolari backup di sistema nella sua totalità; non sono previsti backup e ripristini delle singole caselle di posta elettronica o di singole e-mail.

Art. 5 – Limiti di responsabilità della SISTUR

La SISTUR attuerà tutte le misure ritenute necessarie e sufficienti a minimizzare il rischio di perdita d’informazioni; ciò nonostante l’utente solleva la SISTUR da ogni responsabilità ed obbligazione in relazione alla cancellazione, al danneggiamento, al mancato invio/ricezione o all’omessa conservazione di messaggi di posta (e-mail) o di altri contenuti, derivanti da guasti e/o malfunzionamenti degli apparati di gestione e, in generale, dall’erogazione del servizio stesso.

La SISTUR si riserva il diritto di non memorizzare o di cancellare i messaggi dell’utente stesso, qualora questi ecceda lo spazio disco a sua disposizione.

A causa delle struttura intrinseca dello standard mondiale (SMTP) la SISTUR non potrà garantire:

– alcuna tempistica sui tempi di recapito o di ricezione delle e-mail

– la consegna dei messaggi spediti, anche quando sembrano spediti correttamente e non viene recapitata alcuna e-mail indicante problemi;

– la ricezione dei messaggi, anche se il mittente li ha spediti correttamente e non ha ricevuto

alcuna e-mail indicante problemi.

Art. 6 – Riservatezza posta elettronica

La SISTUR persegue la riservatezza e l’integrità dei messaggi durante il loro transito e la loro permanenza nel sistema di posta (limitatamente al transito sui propri server).

Salvo quanto previsto all’art. 4, i messaggi di posta sono conservati nella mailbox associata all’utente, finché non vengano dallo stesso rimossi.

Art. 7 – Credenziali di accesso

La credenziali di accesso (nome utente e password) sono strettamente personali. Per gli account attribuiti  le credenziali di accesso sono attribuite al relativo titolare. Ogni attività non regolare sarà imputata al titolare delle credenziali.

Art. 8 – Responsabilità dell’utente

Gli utenti sono tenuti a conservare le proprie credenziali mantenendo segrete le modalità di accesso e avendo cura che non siano utilizzate da terzi. Gli utenti dovranno prontamente avvisare in caso di smarrimento o anche di probabile diffusione dei dati di accesso della rete.

L’utente si impegna ad adoperarsi per salvaguardare la riservatezza della propria password, in particolare si impegna a:

– conservare la password personale assegnata e a non consentirne l’uso a terzi;

– notificare immediatamente l’eventuale perdita di riservatezza esclusiva della password;

– non consentire a terzi, a nessun titolo, l’utilizzo del servizio indicato in oggetto;

– apportare tempestivamente eventuali variazioni anagrafiche.

L’utente non può utilizzare la casella di posta elettronica sfruttando per fini personali l’immagine della SISTUR o comunque in modo tale da recare danno alla stessa; in questa eventualità, può andare soggetto a responsabilità disciplinare ed alle altre forme di responsabilità legalmente stabilite. In ogni caso, l’utente non può utilizzare il servizio per scopi vietati dalla legge o non consentiti dal presente regolamento o che possano comunque recare pregiudizio alla SISTUR stessa o a terzi.

L’utente si assume ogni responsabilità penale e civile ed ogni eventuale onere derivante dall’uso improprio del servizio; esonera contestualmente la SISTUR da ogni pretesa o azione che dovesse essere rivolta alla SISTUR stessa da qualunque soggetto, in conseguenza di tale uso improprio.

L’utente, inoltre, non può utilizzare il servizio in modo da disattivare, sovraccaricare o a vario titolo pregiudicare il servizio di altri utenti o, ancora, interferire con il godimento dello stesso da parte di questi ultimi.

Art. 9 – Attività vietate

L’utente, salvo giustificabili eccezioni, di cui comunque risponde personalmente, non può utilizzare la posta elettronica per inviare, anche tramite collegamenti o allegati in qualsiasi formato (testo, fotografico, video, grafico, audio, codice, ecc.), messaggi che contengano o rimandino a:

– pubblicità non istituzionale, manifesta o occulta;

– comunicazioni commerciali private;

– materiale pornografico o simile, in particolare in violazione della legge n. 269 del 1998 (“Norme contro lo sfruttamento sessuale dei minori degli anni 18”);

– materiale discriminante o lesivo in relazione a razza, sesso, religione, condizioni personali e sociali;

– materiale che violi la legge sulla privacy;

– materiali che violino i diritti di proprietà di terzi;

– altri contenuti illegali.

In nessun caso l’utente potrà utilizzare la posta elettronica per diffondere codici dannosi per i computer quali virus e simili.

L’utente non può tentare di accedere in modo non autorizzato ad alcuno dei servizi, ad altri account, a sistemi o a reti connessi tramite operazioni di pirateria informatica, contraffazione della password o altri mezzi illeciti o fraudolenti.

L’utente si impegna ad implementare, sulla propria stazione di accesso alla posta elettronica, tutte le misure idonee ad evitare, o comunque minimizzare, la divulgazione di virus informatici e simili;

L’utente, infine, si impegna a non divulgare messaggi di natura ripetitiva (c.d. catene di S. Antonio) anche quando il contenuto sia volto a segnalare presunti o veri allarmi (esempio: segnalazioni di virus).

L’utente accetta di essere riconosciuto quale autore dei messaggi inviati dal suo account e di essere il ricevente dei messaggi spediti al suo account.

La SISTUR si riserva la facoltà di segnalare alle autorità competenti, per gli opportuni accertamenti ed i provvedimenti del caso, le eventuali violazioni alle presenti condizioni di utilizzo.

Art. 10 – Sanzioni

  1. In caso di abuso, a seconda della gravità del medesimo e fatte salve le ulteriori conseguenze di natura penale, civile, amministrativa nonché disciplinare, possono essere comminati i seguenti provvedimenti:
    a) il richiamo verbale o via e-mail al corretto utilizzo dell’account;
    b) il richiamo scritto al corretto utilizzo dell’account;
    c) la sospensione dall’account da un minimo di una settimana a un massimo di sei mesi;
    d) la disattivazione definitiva dell’account.

Art. 11 – Procedure

  1. In caso di violazioni al presente regolamento, il Consiglio di Presidenza della SISTUR invita l’utente ritenuto responsabile delle stesse a fornire tutti i chiarimenti e i documenti ritenuti utili, assegnando un termine non inferiore a 10 giorni. Qualora i chiarimenti siano ritenuti sufficienti, viene archiviato il procedimento; in caso contrario, accertata l’esistenza dell’abuso, il Presidente della SISTUR commina le sanzioni previste all’articolo precedente con provvedimento motivato, dopo aver sentito l’utente interessato e assume le iniziative del caso con riferimento ad attività che comportino responsabilità penale,civile, amministrativa nonché disciplinare.
  2. Il provvedimento di cui al comma precedente è tempestivamente comunicato all’utente interessato. In caso di abuso suscettibile di recare danni irreparabili, il Consiglio di Presidenza, in via cautelare, può disporre l’immediata cessazione dell’attività all’origine dell’abuso stesso.

Art. 12 – Mailing list

Sono costituite le mailing list di tutti gli associati SISTUR.

L’iscrizione alle mailing list è automatica una volta assegnata l’utenza di posta elettronica.

Le mailing list sono adibite alla diffusione di informazioni di interesse generale e di servizio rivolte al personale. Hanno diritto ad utilizzare le mailing list gli organi SISTUR